flymove_smart_city

Questa iniziativa è stata ideata e concepita da un team di 3 aziende: Paradigma, NEXT Mobility e Flymove Holding, che hanno costituito una specifica Joint Venture dedicata allo scopo. Paradigma è un centro d’innovazione con sede a Padova, focalizzato su tecnologie esponenziali.  L’obiettivo del centro è ricercare e sviluppare tecnologie di punta per progetti sistemici e ad alto impatto sociale ed economico. NEXT Future Transportation è una società con sede legale a San Francisco, USA e sede operativa a Padova all’interno del centro d’innovazione Paradigma. Next opera nel settore del trasporto pubblico e di merci per il quale ha ideato e sviluppato con propri brevetti e relative estensioni, un concept innovativo di trasporto modulare elettrico e sostenibile, con possibilità di guida autonoma. Obiettivo prioritario dei Promotori è l’adozione della piattaforma NFP da parte della Città di Padova, la quale ha già dato la sua disponibilità preliminare a diventare la prima città europea “pilota” per questo tipo di progetto. Grazie all’utilizzo di questa piattaforma, sarà possibile:

  1. Ottimizzare i flussi del traffico e della mobilità cittadina, in particolar modo nella zona del Centro Città, al fine di migliorarne la vivibilità;
  2. Adottare una serie di veicoli ad alimentazione totalmente elettrica che permettano di ridurre al minimo le emissioni inquinanti generate dai veicoli a combustione;
  3. Implementare un sistema di ricarica veicoli elettrici basata sullo scambio batteria BSS, che possa servire i moduli NEXT, le auto Dianchè e i veicoli professionali basati su tale piattaforma.
  4. Presentare una piattaforma “power-train” unica e basata sul sistema BSS, che possa servire da base per installarvi telai configurati in base alle specifiche necessità (es. furgone per consegne logistiche, furgoni attrezzati per operatori commerciali dei mercati, veicoli di pubblica sicurezza e emergenza, raccolta rifiuti, etc.);
  5. Implementare un modello di business economico che convinca gli operatori professionali e i gestori dei trasporti cittadini ad utilizzare questo sistema, ottenendo addirittura vantaggi operativi ed economici;
  6. Raggiungere un elevatissimo livello di integrazione tra qualunque tipo di veicolo, sia privato che pubblico, sia a 2 che 4 ruote, per migliorare sensibilmente l’impatto e l’ingombro dei veicoli nelle strade cittadine, soprattutto in un centro storico come ce ne sono molti in Italia.
  7. Diventare un punto di riferimento per altre città italiane ed europee, con le quali eventualmente fare “rete” e alle quali esportare il modello.

Il progetto ha l’attenzione del MISE e del MIT come progetto di eccellenza ed è stato presentato al Ministro dello Sviluppo Economico e al Vice-Premier Luigi Di Maio, il quale lo ha valutato con grande interesse e proprio in questi giorni è stato dichiarato di interesse nazionale strategico. Lo scorso 29 Marzo 2019, in occasione dello SMAU che si è tenuto a Padova, il progetto è stato presentato come unico case-study di riferimento durante la presentazione del nuovo Fondo per l’Innovazione del MISE.La Città di Padova ha già deciso l’acquisizione di 2 moduli NEXT e l’implementazione della piattaforma di mobilità di Paradigma che saranno testati nei prossimi mesi.In particolare, la piattaforma sarà adottata gradualmente dalla Città di Padova, come città pilota, con lo scopo di implementare e testare le seguenti attività:

  • Sistema di trasporto pubblico urbano di ultimissima concezione sviluppato da NEXT, gestibile in parallelo agli attuali messi di trasporto pubblico o integrabile con essi;
  • Piattaforma digitale integrata, sviluppata da Paradigma, che gestisce la mobilità urbana e i veicoli che ne fanno parte, coordinando le attività e la gestione dei dati;
  • Sistema di stazioni BSS, sviluppate da Flymove con i suoi partners, per garantire un veloce ed efficiente scambio di batteria nei punti nevralgici della Città.
  • Piattaforma multifunzione per veicoli professionali e commerciali, presentata da Flymove.